Matera, al via “La Merenda nell’Oliveta”. Appuntamento ad Agna Le Piane

Due giorni dedicati all’olio di oliva con workshop tematici e sezioni di studio sulla qualità organolettica dell’extra vergine di oliva, passando dalla dimostrazione pratica della potatura fino all’assaggio qualitativo dell’olio. Un appuntamento che si rinnova per il secondo anno di seguito e che ricade nel calendario di attività che l’Associazione Nazionale Città dell’Olio ha organizzato in molte città d’Italia. Un’occasione di riflessione che si sposa con una politica di promozione del paesaggio e del territorio, in grado di sviluppare turismo dell’olio e dell’agroalimentare di qualità.

L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione Comunale di Matera, avrà luogo nell’Oliveto Comunale in via del Toro (zona Agna Le Piane) oggi, venerdì 20, e domani, sabato 21 maggio, a partire dalle ore 10:00.

Nei due giorni dedicati all’oliveto si susseguiranno attività didattiche per gli studenti dell’Istituto Agrario e Alberghiero “Turi” di Matera e dell’IIS Isabella Morra. I ragazzi prepareranno “La Merenda nell’Oliveta” con pane materano e, ovviamente, olio extra vergine di oliva che potrà essere degustato dai partecipanti e da chiunque vorrà partecipare all’iniziativa, aperta al pubblico e gratuita. Si potrà seguire il corso di potatura e il dibattito serale a cui prenderanno parte docenti universitari ed esperti della materia.

L’Oliveto Comunale, in coerenza con quanto approvato dal nuovo Piano del Verde, è stato affidato in adozione alle cure dell’Associazione Slow Food di Matera insieme alla quale, il Comune di Matera, ha avviato un programma di collaborazione dedicato alla riqualificazione degli oliveti e alla promozione del territorio in ambito enogastronomico.

L’obiettivo – commenta il Sindaco Bennardi – è quello di ampliare l’offerta delle iniziative collegate al tema del turismo dell’olio e della degustazione dell’olio extra vergine di oliva e dei prodotti tipici, della cultura e della tradizione legate al territorio. Non solo, “Merenda nell’Oliveta” consente di far vivere ai partecipanti, compresi naturalmente anche i residenti, un’esperienza del paesaggio olivicolo e dell’ambiente in maniera “stanziale”, da soli o in compagnia, trascorrendo una giornata all’aria aperta immersi nel paesaggio olivicolo per far riscoprire il valore della convivialità e dello stare insieme alla scoperta di luoghi suggestivi e meno conosciuti. L’impegno di questa amministrazione è puntare sulle nostre eccellenze agroalimentari, la triade più volte citata di olio, vino e pane, anche attraverso questi circuiti e reti nazionali in cui Matera deve inserirsi sempre di più. Siamo convinti che il turismo enogastronomico contribuisca e non poco alla destagionalizzazione dei flussi turistici in città. Un ringraziamento all’associazione Slow Food di Matera partner del progetto.

L’olio – ricorda l’assessore all’Ambiente Giuseppe Digilio – rappresenta una dei nostri prodotti di punta. Riconoscerne la qualità e comprenderne il valore può rappresentare uno stimolo a coltivare la passione per il cibo sano e il rispetto dell’ambiente. Un bene da tutelare, salvaguardare e, allo stesso tempo, trasformare in risorsa per tutto il territorio materano. E non solo. In questi anni – continua l’Assessore Digilio – abbiamo assistito ad una crescita rilevante di appassionati del settore, una nicchia che si sta sviluppando in una vera e propria comunità di esperti e cultori della materia in grado di generare coinvolgimento, socialità e attrattiva a favore delle politiche dell’agroalimentare ed enogastronomiche di qualità.

Redazione

Latest videos

Clicca per maggiori informazioni