Nel cortile della Prefettura fino al 10 ottobre “Storia di una città. Matera nelle maioliche di Giuseppe Mitarotonda”

Dai primi insediamenti nella Murgia Timone alla costruzione della cattedrale cittadina al periodo aragonese alle storie preunitarie, e ancora le affascinanti leggende legate al miracolo di S. Eustachio o alle origini della Festa della Madonna della Bruna: ricordare tramite l’arte – l’arte che ignora la dimensione temporale, poiché in essa tutto è universale e include tutti i tempi –, immergersi in un passato rarefatto riflesso nei colori pastello usati per raccontare la Storia di una città. Matera nelle maioliche di Giuseppe Mitarotonda. È possibile visitare fino al 10 ottobre nel cortile della Prefettura di Matera (Via XX Settembre, 2) la mostra del celebre ceramista materano, curata da Edoardo Delle Donne e organizzata dal Circolo Culturale La Scaletta in collaborazione con la Prefettura di Matera e con il Dipartimento delle Culture europee e del Mediterraneo dell’Università della Basilicata, Storia di una città.

Ogni pannello (circa 20 opere in totale), composto da formelle di vario numero e dimensione, in ceramica maiolicata, evoca ritmi, luci, colori, stagioni antiche e un passato che reca nel fondo la verità più umana ed intima della storia di Matera. La pittura è liquida, limpida, svelta, e per tale ragione, forma e spazio diventano puro colore, quel colore che è un mezzo capace di esercitare un influsso diretto sull’anima.

Il fine è quello di rievocare l’antico, benché perduto, affinchè diventi storia, raccontare una storia affinchè diventi memoria e la memoria corra alle più fantastiche imprese.

La mostra può essere visitata nei seguenti orari: lun/sab 10/13 – 17/20, dom 10/12.30 – 17/19.30 (ingresso libero con esibizione di Green Pass).

Rossella Montemurro

Redazione

Latest videos

Clicca per maggiori informazioni